A.S.D. Arcotorre Scacchi - Chieri

23.04.2022 RONZINO O PUROSANGUE? Che cosa distingue i Cavalli e ne fa ronzini o purosangue? Di questi eleganti quadrupedi, almeno quelli sulla scacchiera (per chi non si è mai dato all'ippica) appartengono a una delle due categorie: quelli inchiodati, ingabbiati o, peggio, emarginati ai bordi sono come i Ronzinante di Brancaleone, disobbedienti ed assenti quando la pugna infuria; quelli centralizzati emergono spesso vittoriosi come Varenne dalla bagarre del centropartita. Ma per sfruttare al meglio la loro classe bisogna saperli nutrire, curare ed allenare con pazienza ed amore, facendoli sentire importanti: in altre parole, bisogna piazzarli come avamposti. E allora in quest'articolo cerchiamo di capire che cos'è un avamposto, visto che più o meno sappiamo che cos'è un cavallo!

25.02.2022 - CONCLUSO IL PENTAGONALE DELLE BELLE SPERANZE! - Con la disputa della partita fra Valerio Pallaro e Vittorio Vergnano si è finalmente concluso il torneo "Espoirs", concepito per far fare le ossa ai nostri giovani rampanti. Secondo pronostico e con pieno merito ha vinto Michele Caudana, che ha fatto en plein con una facilità apparentemente disarmante e si è dimostrato pronto per "fare sul serio". Ottimo secondo Paolo Barba, tradito solo da un po' di nervosismo nell'incontro con Michele. Seguono il coriaceo Vittorio Pallaro, che dall'inizio del torneo ha mostrato grandi e rapidi progressi (bravo!), e Vittorio Vergnano, che se saprà mantenere il sangue freddo nei momenti topici diventerà presto un osso duro per tutti. Un grazie infine ad Aldo Nemesio, calatosi fin troppo nella parte dell'"allenatore". Potete vedere il tabellone finale nella sezione Risultati. E ora appuntamento sabato per la (psic)analisi di gruppo delle vostre partite! Non mancate.

05.02.2022 - "La Regina Degli Scacchi" - Uno degli scopi di un circolo di scacchi, senza tema di apparire troppo ambiziosi, dovrebbe essere quello di diffondere un po' di "cultura" scacchistica, intesa come storie, situazioni, modi di dire e d'agire a tema scacchistico che potrebbero, in un contesto generalizzato, rivelarsi utili per la crescita individuale e, di riflesso, migliorare questa sempre più disastrata e disarticolata società. E purtroppo in Italia di questa cultura siamo drammaticamente carenti. In quest'ottica si potrebbe inquadrare l'articolo apparso sull'interessante blog "Pillole di folklore e scrittura" (a questo link: Quando la traduzione letteraria si fa tecnica: La regina degli scacchi – Pillole di Folklore e Scrittura), che prende spunto dalla tecnica della traduzione per far apprezzare da chi non è - ancora - appassionato il nostro mondo a quadretti, a volte duro e spietato, ma sempre affascinante.

10.01.2022 - "TIGRAN??? CHI ERA COSTUI?" "TIGRAN??? CHI ERA COSTUI?" - L'onda lunga delle abbondanti libagioni delle festività si è purtroppo materializzata in un ennesimo vaneggiam.... (ehm, articolo) che potremmo definire il sottoprodotto culturale di tutto quanto è stato scritto in merito ad un tema così vitale e coinvolgente (vero?) come quello della qualità. Con questo non intendiamo la qualità della vita o dei prodotti made in China, ma quello dello scambio di una Torre per un Alfiere od un Cavallo. Con questo secondo tentativo di comprendere i misteri di tale pratica esoterica, speriamo di aver definitivamente confuso le già poche idee di chi avrà la ventura di leggere questo parto dell'alcool (altrimenti come faccio a vincere, oramai?).

02.10.2021 AMARCORD - Sono solo trenta mesi, sembrano trent'anni da quando il Circolo ha raggiunto il punto più alto della sua ancor giovane storia ottenendo la promozione in serie A2 con la prima squadra. Per aiutarci ad essere sempre ottimisti e come scaramantico augurio per le stagioni che verranno, abbiamo preso a simbolo di quella felice campagna valdostana la partita giocata al primo turno dalla nostra prima scacchiera Valerio "Maximus" Bianco contro una delle guest star di quella competizione, il quotato maestro ceco Martin Hosek, a riprova che in condizioni normali (leggi: sede disponibile e almeno un po' di tempo per prepararsi) possiamo avere molte soddisfazioni, sia individuali che di squadra. Forza e coraggio, che tutto è un passaggio (speriamo smarcante)!